VIVA! Festival tra gli eventi clou dell’estate musicale italiana

VIVA! Festival tra gli eventi clou dell’estate musicale italiana

Si è chiuso domenica sera con Beats from the Lido – evento speciale curato da Red Bull Music – e le performance di Anthony Naples, Young Marco e Rollover Djs la seconda edizione di VIVA! Festival, ITALIA’18, che dal 4 all’8 luglio grazie alla rinnovata sinergia tra Turné e Xplosiva e il sostegno di brand prestigiosi (a cominciare da Audi – Official partner di VIVA!) ha portato in Valle d’Itria oltre 20.000 presenze complessive, in arrivo da tutta Italia e non solo (circa 1.500 gli spettatori internazionali registrati) per assistere ai 37 act in programma (quasi il 50% in più rispetto al 2017, tra i quali molte le esclusive e i debutti nazionali).
Oltre 67 artisti – tra i più importanti protagonisti del panorama avant-pop internazionale – provenienti da 11 paesi del mondo (Italia, Siria,Stati Uniti, VenezuelaRegno UnitoAustraliaPaesi BassiGiamaicaGermaniaBelgioDanimarca), hanno dato vita ad un’edizione che conferma la capacità del progetto di dar vita ad un evento innovativo capace di mantenere un forte radicamento in uno dei territori più affascinanti del Sud Italia, la Valle d’Itria.
Un successo che ha avuto tra le componenti fondamentali le diverse novità introdotte in questo 2018, a cominciare dallo spostamento del festival a luglio, dall’ampliamento dell’area spettacoli con l’introduzione di un secondo palco dedicato a Boiler Room negli spazi di Masseria Aprile, e della sempre maggiore interazione con i Comuni della Valle e le loro spettacolari location, emblematicamente rappresentata dal progetto Audi Connect Lights: la suggestiva installazione laser #untaggable ha unito in occasione del festival nelle sere di venerdì 6 e sabato 7 luglio tre tra i principali Comuni della Valle d’Itria coinvolti nella programmazione (Locorotondo, Cisternino, Martina Franca). I Comuni della Valle sono stati i protagonisti degli appuntamenti diurni del festival grazie al ciclo Molinari Extra Moments – un programma itinerante di incontri intorno ai temi più “caldi” del mondo della musica di oggi, curato da Carlo Pastore, che ha offerto contenuti, riflessioni e confronti di altissimo livello coinvolgendo artisti ed addetti al settore di livello europeo.
Tra gli highlights di questa prima edizione, cha ha visto ancora una volta in Valle d’Itria la presenza di oltre 50 giornalisti delle più importanti testate internazionali (Vogue, La Stampa, Time Magazine, Il Post, Tv Sorrisi e Canzoni, Vice, Rolling Stone, Radio Rai, La Repubblica, Crack Magazine), da segnalare lo show sold-out di Jamie xx giovedì 5 luglio a Masseria Eccellenza, che ha chiuso lo straordinario tour dell’artista inglese Ma Ogni Giorno Il Sole Tramonta nei luoghi storici del Sud Italia dopo le tappe di Palermo e Matera, il nuovo show multimediale di Liberato (nella sua prima data a pagamento del 2018) e quello di Nu Guinea – rappresentanti simbolo della nuova scena musicale partenopea, la presenza di The Black Madonna e lo show dall’attitudine punk di Arca ( entrambi artisti di riferimento della community LGBTQ, a dimostrazione della capacità di VIVA! di sollecitare anche tematiche sociali di grande attualità), i live esplosivi di Iceage e Sampha all’Arena Valle d’Itria, i set di Goldie e Helena Hauff, oltre ovviamente alla conferma del successo di Boiler Room in Valle d’Itria (la piattaforma digitale internazionale nata a Londra, che ha gestito uno dei due stage dell’Arena facendo registrare più di 1.000.000 di views da tutto il mondo nelle sole 48 ore successive all’evento) e l’indimenticabile Unusual Viva Breakfast By Lavazza, accompagnato dalla performance all’alba di Francesco Tristano domenica 8 luglio all’Archeolido presso il sito archeologico di Egnazia .
Un successo ottenuto grazie al prezioso contributo di prestigiosi partner quali AudiRed Bull, insieme a LavazzaMolinariAbsolutIntesa San PaoloBanco di NapoliCantine di San Marzano, Puglia PromozioneRegione PugliaPuglia Sounds e i comuni di Locorotondo, Martina Franca, Cisternino, Ostuni, Fasano e Alberobello.
Piena soddisfazione per la riuscita della manifestazione da parte della direzione artistica di VIVA! Festival, che dichiara: «La seconda edizione di VIVA! ha sfatato quella che in gergo è chiamata “second album syndrome”, confermando a tutti gli effetti il festival su alti livelli nel panorama culturale della Puglia e di tutto il Sud Italia, ma non solo. Abbiamo appena letto una recensione online di uno spettatore del festival che dice “VIVA! rimescola le carte tra trulli, musica contemporanea e vita quotidiana”. E lo fa con numerosi show di artisti internazionali che non hanno mai suonato nel sud Italia e con produzioni all’avanguardia, colmando la distanza tra generi musicali, coinvolgendo pubblici molto differenti. Ecco possiamo affermare con certezza che questa è oggi la nostra più grande soddisfazione».