La 17a edizione di Club To Club sfiora quota 60.000

Record di presenze nella storia del festival

Un’esperienza unica e irripetibile, durata 7 giorni, che ha ribadito (a partire dal sottotitolo/esortazione Cheek To Cheek) l’importanza della musica come social network reale, dando vita ad una programmazione transglobale unica nel nostro paese: il cartellone della diciassettesima edizione di Club To Club, tra i più importanti festival di musica avant-pop in Europa, ha visto protagonisti 87 artisti provenienti da 11 nazioni del mondo (Germania, Usa, Italia, Grecia, Cile, Venezuela, Regno Unito, Australia, Canada, Siria, Norvegia).

51 le performance musicali andate in scena quest’anno, tra le quali 13 act in esclusiva italiana e ben 12 debutti italiani, su 7 differenti palchi, in un contesto come quello della città metropolitana di Torino, all’interno di location sorprendenti che vanno dagli spazi rinnovati delle OGR – Officine Grandi Riparazioni (location d’eccezione dell’evento speciale Kraftwerk 3-D The Catalogue, oltre all’esibizione di Kamasi Washington e Powell/Tillmans) ai padiglioni post-industriali del Lingotto, alla maestosa Reggia di Venaria, anche quest’anno sede del Grand Opening della manifestazione presentato insieme ad Audi.

“Siamo particolarmente orgogliosi dei risultati di questa diciassettesima edizione – dice Sergio Ricciardone, direttore artistico del festival. Un pubblico sempre numeroso e bellissimo ha potuto assistere a performance in esclusiva di grandissima qualità: dagli otto show in 3-D dei Kraftwerk alle nuove OGR, all’illuminante live di Arca e Jesse Kanda, passando per la doppia straordinaria esibizione di Nicolas Jaar (che ha aperto il suo set di sabato con un emozionante omaggio al Maestro Franco Battiato), la spiritualità di Kamasi Washington e le immagini indelebili di Wolfgang Tillmans sulla musica di Powell, oltre al primo vero show del misterioso artista Liberato. Archiviato il romantico tema Cheek To Cheek che ci ha accompagnati quest’anno, stiamo già lavorando in queste ore alla prossima edizione del festival”.

 

Sfiora la cifra record complessiva di 60.000 il numero di presenze al festival (comprese le due preview milanesi), con una percentuale che supera il 20% di spettatori internazionali. 1300 gli accreditati al festival da ogni parte del mondo, una community preziosa di artisti e professionisti che ha avuto la possibilità di condividere una proposta densa ed articolata capace di spingersi oltre il dato strettamente musicale, incrociando in maniera organica suoni, arte e architettura.

Tra questi, i 21 appuntamenti (talk, workshop, conferenze internazionali, listening session) in programma all’Absolut Symposium (l’headquarters del festival, realizzato per Club To Club dal main partner Absolut negli spazi di AC Hotel Torino), che hanno visto coinvolti 32 ospiti, tra nomi storici e nuove stelle del panorama artistico mondiale in dialogo con creativi e imprenditori.

Si è rinnovata quest’anno la collaborazione con Red Bull Music Academy, vera e propria istituzione musicale a livello globale, che per la prima volta ha avuto a disposizione un intero Padiglione del Lingotto portando sul suo stage alcuni dei nuovi progetti musicali più interessanti del momento, tra i quali Kelly Lee Owens, Ben Frost, Jlin, Not Waving, Gabber Eleganza, Lorenzo Senni, K A R Y Y N.

Fittissimo programma di appuntamenti anche per l’edizione 2017 del Block Party del festival, Dance Salvario, che domenica 5 novembre in collaborazione con il team di San Salvario Emporium ha coinvolto l’intera rete sociale del quartiere di San Salvario – cuore pulsante della creatività torinese, senza dimenticare la musica di A Great Symphony For Torino, l’inedita colonna sonora virtuale creata per la città da Xplosiva in collaborazione con IED.

Come sempre parte integrante della Contemporary Art Week torinese, Club To Club ha lavorato in perfetta sinergia con il circuito di Contemporary Art Torino+Piemonte, dando vita a un vero e proprio network sul territorio con alcune delle realtà più importanti impegnate sul contemporaneo nella regione.

Un successo straordinario di pubblico e critica reso possibile dal prezioso sostegno di istituzioni prestigiose (Regione Piemonte, Città di Torino, Camera di Commercio di Torino, Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT, SIAE) e dal fondamentale contributo di partner privati che come sempre hanno lavorato in stretta collaborazione con il team di Club To Club per arricchire l’offerta culturale della manifestazione: Absolut, Audi, Red Bull Music Academy, IED, KLM, Tuborg, New Era, Sant’Anna.

Le nuove date e i nuovi progetti di Club To Club per l’anno 2018 saranno svelati a breve sul sito clubtoclub.it e sui canali social del festival: follow us & don’t forget to dance cheek to cheek.